Piccoli Mostri - Galassia TV

Vai ai contenuti
RADIO GALASSIA
La sigla del programma
(annuncio di Rosanna Bevilacqua)
Il programma
Alla  fine del 1987, Radio Galassia entrava a far parte, insieme a Radio  Arancia e Radio Conero, del grande gruppo multimediale di Edoardo  Longarini e una delle tante idee che il vulcanico "Patron" anconetano  aveva in mente era quella di realizzare una televisione regionale con  sede ad Ancona. Il progetto sembrava di immediata realizzazione ma per  una serie di problemi come la mancanza di frequenze libere prima, beghe  burocratiche e intoppi edilizi poi, facevano slittare l'inizio della  realizzazione degli studi di mese in mese, tanto che ad un certo punto  nessuno credeva più nella concretizzazione del progetto stesso. Fu così  che un giorno, parlando con il mio amico Alfredo B. Cartocci, grande  attore e regista teatrale nonchè commediografo vernacolare, ci venne  in   mente   di fare una trasmissione  che  fosse una parodia  di questa fantomatica TV di cui tanto si parlava ma della quale non si  vedeva nulla, ovvero di una TV che si professava televisione ma di cui, in  realtà, si sentiva solo l'audio; praticamente una radio.... E quale  nome dare a questa fantomatica e pretenziosa emittente se non quella di  uno dei più grandi flop della storia?
Nacque così "TITANIC TELEVISION, la TV che sta sempre a galla" nella quale interagivano personaggi di bassa lega, millantatori e intrallazzatori di vario genere, tutti assolutamente fuori controllo nonostante i miei molteplici sforzi (con interventi da "voce fuori campo") di dare una parvenza di normalità al programma che proprio a causa di questi ignobili personaggi prese il titolo di "PICCOLI MOSTRI". La trasmissione ebbe un enorme successo tanto che dopo la prima serie di 30 puntate pensavamo di riprendere a "oltranza" dopo la pausa estiva, ma a settembre del 1987 la fantomatica televisione prese veramente vita: nasceva GALASSIA TV e i miei nuovi, molteplici impegni nella nascitura emittente non mi permisero, almeno per quel momento, di continuare con la radio.
Per chiudere una piccola curiosità: "PICCOLI MOSTRI" era nata come una trasmissione che aveva un copione scritto, proprio come una commedia teatrale, e questo perchè Alfredo B. Cartocci e Rosanna Bevilacqua, da veri attori di prosa, non erano abituati ad improvvisare totalmente come facevo io con i miei "accoliti" in tutti i programmi che avevo realizzato fino a quel momento. Dopo un paio di puntate però, mi resi conto che, mentre i loro dialoghi risultavano "verissimi", la mia recitazione delle battute scritte era semplicemente ridicola, cosicchè, per venirci incontro scrivevamo solo, a grandi linee, l'argomento dei singoli sketch, lasciando moltissimo spazio all'improvvisazione; è stata una buona idea? Ascoltate qualche puntata e fatemi sapere......

Personaggi ed interpreti
MASSIMO CERIONI: Regia, testi, voce fuori campo, arrangiamenti musicali ed effetti speciali.
ALFREDO B. CARTOCCI: Testi
GARY LIBELLULA (Alfredo B. Cartocci): Il presentatore, inviato speciale, ma soprattutto un grande cialtrone e millantatore.
GUDELIA STORIONI (Rosanna Bevilacqua): L'attempata "valletta", svampita e perdutamente innamorata di Gary Libellula.
FEDERIGO DEL CHIUCCO' (Claudio Bonvecchi): Il "Tenutario del C.A.O." in veste di corrispondente dalla campagna osimana.
ROMANO CATENACCI (Carletto Sprovieri): Il "fustigatore dei costumi", leggermente nostalgico di "quando c'era LUI".

galassiatv@galassiatv.it
Torna ai contenuti